Procedimenti e Moduli

Decesso

La dichiarazione di morte deve essere comunicata all’ufficiale dello stato civile del luogo dove la morte è avvenuta entro 24 ore dal decesso:

  • da uno dei congiunti o da un loro delegato (p.es. impresa di onoranze funebri) se la morte è avvenuta a domicilio;
  • dal direttore o da un suo delegato se la morte è avvenuta in una casa di riposo, in ospedale o in un altro istituto.

La dichiarazione di morte deve essere corredata da una certificazione medica sull’accertamento del decesso. Successivamente l’ufficiale dello stato civile rilascia l’autorizzazione al seppellimento o alla cremazione del cadavere. In caso di morte per causa non naturale l’autorizzazione può essere concessa soltanto dopo il nulla osta da parte dell’autorità giudiziaria.

Cremazione

Per poter procedere alla cremazione è necessario che l’ufficiale di Stato civile accerti la volontà espressa in vita dal defunto ad essere cremato.

Tale volontà può essere manifestata con l’iscrizione nell’Albo comunale delle cremazioni, compilando il formulario che trovate in allegato a questo procedimento, oppure ad associazioni aventi tra i propri fini la cremazione (So.Crem.), e in questo caso la dichiarazione dell’interessato/a deve essere convalidata dal presidente.

La decisione di essere cremato può altres’ essere manifestata attraverso le disposizioni testamentarie del defunto/defunta. In mancanza di esse, la volontà deve essere manifestata dai parenti più prossimi (in caso di concorrenza di più parenti, dalla maggioranza di questi).

Modelli ISTAT

Nella sezione link utili trovate i collegamenti per scaricare i modelli ISTAT per la denuncia della causa di morte avvenuta nel corso del 1° anno di età e quella avvenuta successivamente.

Ufficio competente
Demografici e Polizia Mortuaria