Articoli e comunicati

Giuseppe Abbagnale in visita al Circolo Canottieri Amalfi

Giuseppe Abbagnale in visita al Circolo Canottieri Amalfi

Il sindaco di Amalfi Daniele Milano presenta il nuovo staff tecnico della regata composto da Antonio La Padula e Enrico d’Aniello

 

Amalfi incassa gli apprezzamenti di Giuseppe Abbagnale per l’interesse creato dal locale circolo Canottieri intorno all’importante disciplina sportiva che, oltre ai campioni impegnati nella preparazione alla regata storica e nei campionati Indoor Rowing, aggrega anche un folto gruppo di atlete. Le parole di incoraggiamento al lavoro svolto si qui dai dirigenti e dallo staff tecnico sono state espresse dal presidente federale nel corso di un incontro svoltosi ieri pomeriggio presso il Salone Morelli del Comune di Amalfi dove si è riunito il comitato ragionale della FIC. Una riunione, in trasferta, che è coincisa con la visita del gruppo dirigente regionale proprio al circolo Canottieri Amalfi. E la presenza di Abbagnale è stata anche occasione per il sindaco Daniele Milano, che ha accolto presso il salone Morelli il gruppo dirigente, di presentare il nuovo staff tecnico incaricato di coordinare la preparazione degli atleti sia in vista della prossima regata storica di giugno a Pisa sia per proiettare la città di Amalfi nel panorama del canottaggio nazionale.

E così, alla presenza dei vertici della FIC, è stato ufficializzato l’affidamento della guida tecnica del circolo ad Antonio La Padula, da anni nello staff della nazionale e che alle Olimpiadi di Rio ha ricoperto per la FIC l’importante incarico di Capo Settore squadra Pesi Leggeri maschile, ed al timoniere Enrico D’Aniello, anche lui stabiese e tra i più medagliati d’Italia peraltro al timone del galeone amalfitano nell’ultima straordinaria impresa del 2016 ad Amalfi. «Un anticipo della Regata Storica lo avremo a Pisa a fine marzo in occasione del “Capodanno Pisano” quando sulle quattro imbarcazioni utilizzate per la sfida cittadina del Palio di San Ranieri  saliranno gli equipaggi delle repubbliche marinare – ha detto il sindaco Daniele Milano – I colleghi del comitato generale hanno detto che dovrà essere una regata vera e noi abbiamo accettato la sfida. Comunque sia ad Amalfi il canottaggio, oltre all’impegno dei tanti atleti e alla capacità del gruppo dirigente di aver creato interesse intorno a questa disciplina nelle giovani generazioni, vive grazie anche a un’encomiabile attività volontaria».

«E’ bello sentire parlare un sindaco in maniera entusiasta di un contesto sportivo – ha detto Giuseppe Abbagnale – Questo mi riempie di gioia e di orgoglio. E’ vero, questa città lega il suo rapporto col canottaggio a un evento come la regata storica. E lo fa attraverso un’associazione sportiva che costruisce la sua attività partendo dal basso. Ma è giunto il momento anche di puntare ad altri traguardi e mi riferisco ad impegni su scala nazionale. Antonio La Padula, conoscendo il suo vissuto, può aiutarvi molto. Insomma l’apporto di Amalfi potrà essere benefico anche per la Federazione perché potrà essere un ulteriore elemento capace di dare nuova linfa: Ringrazio tutti per l’ospitalità e per quello che l’amministrazione comunale sta facendo. Mi auguro si possa presto tracciare un percorso nazionale per futuri atleti».

Partire dalla regata storica per abbracciare anche il canottaggio è la parola d’ordine del nuovo allenatore Antonio La Padula. «Presto recluteremo anche i ragazzi delle scuole – ha esordito il nuovo tecnico del circolo canottieri Amalfi – Con Enrico D’Aniello, uno dei timonieri che tutti ci invidiano e che sta maturando come tecnico, abbiamo tracciato un percorso. A Pisa, nel palio di fine marzo, schiereremo un equipaggio tutto amalfitano. Non inseriremo esterni, almeno per ora. Il sogno resta quello di portare alla regata storica un equipaggio composto interamente da ragazzi del posto. Un obiettivo a cui lavoreremo in questi anni».

 

I dirigenti del Circolo Canottieri Amalfi, Francesco De Riso e Antonio Bottone, hanno poi accompagnato il presidente nazionale della Federazione Italiana di Canottaggio in visita alle strutture sportive cittadine, prima di concludere l’evento con una torta appositamente preparata per festeggiare l’evento e suggellare così una piena sintonia con i vertici federali.